Statuto

STATUTO DELL’ASSOCIAZIONE MUSICALE TROUBAR CLAIR
approvato l’11 giugno 1998 dall’assemblea dei soci della Associazione Troubar Clair 

ART. 1 – NOME E SEDE

E’ costituita un’associazione non riconosciuta denominata Troubar Clair con sede in Bordighera, Piazza del Popolo 22/24. 

ART. 2 – PRINCIPI FONDAMENTALI

Troubar Clair è autonoma, apolitica, aconfessionale e non ha fini di lucro; non subordina la partecipazione alle sue attività a discriminazione alcuna. Opera nel campo della cultura per la promozione umana e civile di ogni persona. Agisce, mediante la forma associativa, per la solidarietà e la tolleranza. 

ART. 3 – FINALITÀ

Nel Troubar Clair si fa musica per diletto e per arricchirsi di esperienze culturali.
Queste finalità sono perseguite mediante:

  • organizzazione di momenti di studio e di interpretazione;
  • incontri con altre associazioni e con esperti;
  • realizzazione di eventi-spettacolo.

Possono comunque essere settori d’intervento dell’associazione tutti i campi culturali, anche mediante la federazione con altre associazioni, nei modi previsti dall’apposito regolamento. 

ART. 4 – GESTIONE FINANZIARIA

I beni mobili ed immobili appartengono al Troubar Clair e non ai singoli soci. La gestione di tali beni nonché i compiti del tesoriere sono specificati nel regolamento finanziario.
I proventi, frutto dell’attività del Troubar Clair ed i finanziamenti pubblici o privati sono utilizzati per la realizzazione degli scopi associativi.
Nessun socio può percepire compensi individuali per le attività svolte nell’ambito e per conto dell’associazione, se non come rimborso delle spese effettivamente sostenute.
Troubar Clair s’impegna a rimuovere gli ostacoli di natura economica che possano impedire ai singoli di partecipare alle attività associative.

ART. 5 – ORGANI

Sono organi del Troubar Clair:

  1. L’assemblea dei soci
  2. Il  consiglio  direttivo,  eletto  ogni  due anni dall’assemblea,  composto  da  cinque  membri di cui uno svolge le funzioni di presidente ed uno di vicepresidente. Il consiglio direttivo è coadiuvato dal direttore artistico e dal tesoriere entrambi nominati dall’assemblea.
  • L’assemblea è l’organo decisionale centrale del Troubar Clair; approva lo statuto ed i regolamenti e determina le scelte d’indirizzo dell’associazione.
  • Il consiglio direttivo amministra l’associazione e risponde del proprio operato all’assemblea.
  • Il presidente rappresenta l’associazione e verifica la legittimità delle delibere assunte dall’assemblea e dal consiglio direttivo secondo quanto previsto dall’art. 7 del presente statuto.
  • Il direttore artistico gestisce in autonomia le scelte di carattere culturale sulla base degli indirizzi individuati dall’assemblea ed in collaborazione con gli organi associativi e partecipa con diritto di voto alle sedute del consiglio direttivo.
  • Il tesoriere redige i bilanci preventivi e consuntivi e partecipa con diritto di voto alle sedute del consiglio direttivo.

Appositi regolamenti determinano le modalità di svolgimento delle attività associative, i criteri di elezione nonché i compiti attribuiti agli organi dell’associazione. 

ART. 6 – SOCI

E’ socio del Troubar Clair chi sottoscrivendo la domanda di adesione, accetta le norme statutarie; ottiene dal consiglio direttivo l’approvazione della domanda di adesione e versa regolarmente la quota annuale d’iscrizione.

Sono cause di cessazione del rapporto:

  1. il mancato pagamento della quota annuale d’iscrizione nei termini previsti dal regolamento finanziario;
  2. dimissioni scritte dell’interessato;
  3. espulsione per gravi e comprovati motivi, nei modi e nei tempi previsti dal regolamento delle assemblee.

Ogni socio partecipa alle attività secondo le sue inclinazioni e i suoi interessi e contribuisce effettivamente in ordine alle sue competenze e disponibilità; ma, al fine di non danneggiare i progetti dell’associazione in corso di esecuzione, il socio è tenuto a portare a termine gli impegni assunti.
Il socio che durante l’attività dell’associazione arrecasse con dolo o colpa, danno a persone o cose ne sarà personalmente responsabile. 

ART. 7 – RAPPORTI TRA LE FONTI GIURIDICHE

I regolamenti non possono essere in contrasto con le norme contenute nello statuto.
Le singole delibere, emanate dall’assemblea e dal consiglio direttivo, contrarie a norme contenute nei regolamenti e nello statuto, sono nulle.
Il presidente è tenuto a verificare il rispetto formale e sostanziale di tale principio gerarchico. 

ART. 8 – VARIAZIONI STATUTARIE

Le variazioni statutarie sono deliberate nell’assemblea straordinaria appositamente convocata. In tale assemblea devono essere presenti almeno i 2/3 dei soci. Le delibere di variazione sono approvate con la maggioranza dei 2/3 dei presenti. 

ART. 9 – SCIOGLIMENTO

La durata dell’associazione è a tempo indeterminato. Lo scioglimento dell’associazione può essere deliberato nell’assemblea straordinaria appositamente convocata. In tale assemblea devono essere presenti almeno i 2/3 dei soci. La delibera di scioglimento è approvata all’unanimità.

Lascia un commento

Visitando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi